Amore e Ordini

L’ Amore che funziona nella coppia è possibile solo all’interno di un Ordine:questo viene prima. 

Il I ordine è : Riconosco l’altro come mio pari, anche se siamo diversi.L’amore cieco non vede il dolore dell’altro. Quando siamo in quest’ordine, si riconosce e accetta ciò che ci viene donato nella relazione.

Il II ordine è : Se uno deve dare più dell’altro, il rapporto è disturbato.Questo vale sia nel bene che nel male ( vendicarsi con amore, ma un po’ di meno). Prima o poi uno dei due lascia il rapporto.

Il III ordine è: una D. diventa veramente donna  solo se  è capace di mettersi “accanto” alla Madre come la più piccola. ( Ciò vale per l’Uomo accanto al Padre). Una D. che crede di essere migliore della Madrenon rispetta gli Uomini: non li comprende e, fondamentalmente, non ne ha bisogno. Il meccanismo è quello della cocca di Papà. Lo stesso vale per l’ Uomo. Nella coppia genitoriale,quando un Genitore non riesce a guardare al Partner, guarda verso il Figlio; da qui si ipuò ngenera rel’irretimento e i meccanismo del cocco di mamma/cocca di papà.

Il IV ordine è: oltre all’Ordine c’è una gerarchia  a seconda dell’ordine originario di arrivo nel sistema. I Genitori vengono prima dei Figli, Padre e Madre sono pari, ma l’Uomo sta a destra, salvo casi particolari. Ne consegue che il I° Figlioha più diritti del II°, e questo anche rispetto all’eredità. Tutti i disagi  nel rapporto genitori-figli si rivelano come violazioni di questi Ordini. Gli eroi delle tragediesono tutti Bambini da questo punto di vista: si fanno carico, trascinati dal meccanismo di compensazione “Io al Posto tuo”, “Ti seguo”.. (seguendo, cioè, la buona coscienza personale) ,ma violano la coscienza collettiva, che punisce col fallimento e la morte. Nella tragedia greca  e in quella shakespeariana, questa coscienza collettiva che vigila sugli ordiniè  rappresentata  dagli dèi, che ripristinano la coscienza originaria con i loro interventi.

 
Un  eroe tragico: Edipo

 

Il V ordine è: Se in una famiglia uno o entrambi i partner sono stati già sposati o hanno avuto un rapporto importante, questo partner, nel loro cuore, ha la precedenza sull’ultimo! Quando ciò viene ignorato o disprezzato, un Figlio del matrimonio attuale assume gli stessi sentimenti del partner escluso, talvolta anche quelli di un bambino abortito nella coppia precedente. Molto spesso fallisce nella vita. Il fallimento di questo tipo si trova nei figli delle persone separate o divorziatein cui il/la Figlio/a è assegnatao/a alla Madre, e il Padre o viene disprezzato(perché non paga gli alimenti, perché è stato violento con la M, perché se n’è andato…, perché non ha mai saputo guadagnarsi da vivere..) o semplicementeignorato. In  questi casi, un figlio frequentemente è in accordo aperto ed esplicito con la madre (che fa la vittima, non riconoscendo i suoi irretimenti con la propria famiglia d’origine….) ma,  segretamente, segue il destino del padre (…!!!).

Un figlio così ha paura di ammettere di fronte alla Madre che il Padre gli manca d perché dipende da lei in tutto e per tutto. Teme di perderla, come è già accaduto col Padre. Tuttavia, in segreto, continua ad amare il Padre e ne segue le impronte.  Ma, se sente dire dalla Madre che lei ha molto amato il Padre, può mostrare il suo amore per lui e si sente sollevato. La Madre, pertanto, deve permettere al Figlio di andare dal Padre.

Al Figlio dev’essere permesso di amare entrambi i Genitori.

Dove siamo

dovesiamo

Contatti

info@ondesincroniche.it

0187 670602

392 23 30 331

Newsletter

Leggi l'informativa