COSTELLAZIONI SPIRITUALI e FAMILIARI – Seminario esperienziale

Centro Essenze

presenta 

Seminario esperienziale

Costellazioni Familiari
Hellinger®sciencia

” essere toccati senza comprendere

essere guidati senza sapere

……………essere presi senza sottrarsi …”

[B.Hellinger: Riflessioni per l’Anima]

 Cost uccelli

28-29 novembre 2015

DOMODOSSOLA (VB)

dalle 10:00 di sabato alle 17:00 ca di domenica

conduce

Anto Alba D’Angicco Psicoterapeuta
Facilitatrice di Costellazioni Spirituali -Hellingerschule
 collabora

Mario Filomarino
Facilitatore di Costellazioni Spirituali-Hellingerschule
 
 
Iscriz uccelli
 
Fino a martedì 17 novembre pv risparmi € 50
compila e invia in tempo la Scheda di iscrizione [ v. allegati]

Separ dorato

Ciò che agisce” è molto di più di un malessere personale.

Nelle difficoltà che ci agguantano improvvisamente ed inesplicabilmente, e tengono in scacco noi e i nostri cari, si mostra ciò che ci arriva da lontano, frutto di un amore che fa anche ammalare.

“Essere in sintonia” con la hellinger®sciencia è esporsi a tutto ciò che è, per diventare più ampi in un movimento risanatore che ci restituisce la vita.

Ordini FIGLI Non si può annullare ciò che ha segnato noi e le nostre famiglie e ciò che è stata la nostra esperienza.

La nostra storia è nelle cellule di ciò che siamo. Ma possiamo trovare un senso e un sollievo a  “ciò che agisce” nel nostro malessere, cogliere da dove provengono sensazioni e convinzioni estranee a ciò che siamo nella profondità del nostro essere e attingere all’integrità della nostra unicità mettendo in azione un “movimento risanatore” personale e del campo di appartenenza,a tutti i livelli.Non “contro”, ma a partire dal riconoscimento di un disamore, di una rottura dell’interezza dell’Anima, congelata e frammentata nel tempo, dentro e dietro di noi.
Trio Hell

Perchè le Costellazioni Familiari ?

 Le rappresentazioni sono la messa in scena delle dinamiche profonde che agiscono in un sistema.Quelle spirituali e familiari, basate sul metodo sistemico-fenomenologico, sono in grado di esplorare temi e ambiti personali e relazionali per aiutarci ad interagire  in modo sano con le forze che nella famiglia transgenerazionale agiscono come una specifica forza del legame : questa forza riguarda non solo tutto ciò che è arrivato a compimento ed è diventato una risorsa nel percorso di vita della famiglia, ma anche  tutto ciò che è rimasto incompiuto, in particolare il dolore e la colpa. E’ una forza potente, viene vissuta come un bisogno impellente e totale che ci spinge ciecamente verso lo scacco e la malattia, più radicale com’è  persino della spinta biologica alla sopravvivenza. Ciò non è senza conseguenze enormi sulla nostra salute e sul successo nella vita, finendo con l’agire in molti casi come un inspiegabile ed ineluttabile destino.

La forza del legame agisce in uno spazio immateriale che riguarda non solo la famiglia, ma anche cerchie più ampie come le nazioni, i popoli, le religioni, ovvero i gruppi che hanno dei veri e propri campi di coscienza : al loro interno  tutti i componenti sono collegati da una specie di anima-coscienza comune costituita da credenze e convinzioni inconsce che hanno la funzione di mantenere la coesione tra i membri, costi quel che costi per il singolo. Il tutto viene prima della parte. Ciò può apparire incomprensibile ed assurdo alla mente che segue la logica dell’unicità dell’identità e della non-contraddizione : eppure nelle  rappresentazioni diventa evidente che ciascuno dei componenti di quel sistema è immerso a sua insaputa in una rete di collegamenti sotterranei, ovvero in un campo di coscienza che include tutti quelli che vi appartengono per nascita e tutti quelli che vi sono arrivati nella sua storia, vivi e morti.

Ogni campo di coscienza filtra ciò che chi appartiene può percepire e conoscere, e ciò si esprime ed agisce come un impulso, una forza coattiva che può portare ad ammalarsipersino a morire pur di appartenere a quel campo.

Tutto ciò non ha niente di personale o di volontario : è una dinamica interna attraverso cui ogni sistema chiuso riesce a sopravvivere a se stesso con la ripetizione di tutto ciò che è legato sia alle esperienze piacevoli che a quelle terribili attraversate da coloro che sono venuti “prima”, anche se chi viene “dopo”, i discendenti, non li hanno mai conosciuti. Nella nostra anima primordiale, guidata da questa coscienza comune, si riverbera e continua ad agire la paura irrazionale di perdere questo legame e di essere scomunicati, allontanati e, quindi, di non poter sopravvivere a questa esclusione.

Chi manca

I movimenti  e i livelli della coscienza

Sono vari i movimenti e i livelli della coscienza che svelano questi legami, che Bert Hellinger chiama irretimenti, e che si rivelano spesso pericolosi per la salute e il successo : alcuni di essi, così come si mostrano attraverso i movimenti dei rappresentanti, sono frutto di un vero e proprio spostamento per cui un membro della famiglia  si sente spinto volentieri ad ammalarsi o a morire “al posto di un altro” che è attratto verso la malattia o la morte (per una separazione intollerabile, per un senso di colpa, o per un lutto ancora cocente) ; altri movimenti sono frutto di una identificazione con qualcuno che ha avuto un destino difficile, ed è stato  allontanato o dimenticato dalla “buona coscienza” della famiglia in base ai propri criteri di Bene e Male e  cioè in base  ai requisiti morali del gruppo, che attraverso questa dinamica inconscia, decide chi può appartenere e chi deve essere escluso.  In ogni campo, viene giustificato con la “morale” chi può appartenervi e di chi bisogna far sparire il ricordo.

Una persona coinvolta in questo tipo di meccanismo sistemico dell’esclusione può avvertire come una forza irresistibile a buttar via la propria vita e persino a desiderare la morte senza motivi apparenti, addirittura può sentirsi pericolosa proprio verso i propri cari che ama, preda di una sotterranea energia assassina che la prende al servizio di qualcosa di terribile, di potente eppure sconosciuto.

La sofferenza soggettiva può raggiungere i livelli di guardia con malattie fisiche molto gravi, ma si mostra anche nei segni clinici di condotte antisociali, di disturbi ossessivi, autistici o schizoidi o in un’ansia generalizzata percepibile come preoccupazione costante che qualcosa di grave possa succedere da un momento all’altro a noi o ai nostri cari. [continua]

Violazione Ordini 

F.A.Q.
Le Costellazioni Spirituali e Familiari
di Bert Hellinger
Le Costellazioni tendono a sciogliere gli “irretimenti”: cosa vuol dire essere irretiti e come è possibile che l’amore verso la nostra famiglia può farci ammalare?

Quando c’è un disagio, le rappresentazioni mostrano che nell’anima della famiglia le relazioni sono sempre legate all’amore per qualcuno con cui siamo collegati inconsciamente, ovvero irretiti. Questo amore si manifesta come “fedeltà al destino della persona” che, senza scelta, noi ci troviamo ad imitare o con cui ci identifichiamo per una forma inconscia di compensazione o di espiazione: una madre maltrattata, una.. .[leggi tutto ] 

Trio b

Il seminario si svolge essenzialmente secondo la sensibilità e il modello di rappresentazione di Bert Hellinger, il padre delle costellazioni, un modello che il Maestro ha elaborato, decantato ed affinato fino ai giorni nostri.

Ma in esso possono confluire in modo naturale dinamiche e tecniche frutto della sperimentazione della Psicogenealogia, della Psicotraumatologia, del Movimento interrotto e della Terapia della riconciliazione di Jirina Prekop.

E’ possibile, in particolare, rappresentare emozioni, sintomi, relazioni disfunzionali, simboli e temi emersi dal lavoro.

Separ dorato

Costellazioni individuali

Quando ci sono difficoltà oggettive  a partecipare ad un gruppo, il cliente chiede di fare una costellazione in un setting individuale : qui è possibile lavorare con oggetti vari che costituiscono dei simboli, o, ancora meglio, con la trance del sintomo,utilizzando uno stato di assorbimento indotto dal facilitatore e in cui emergono  le immagini mentali che, sotterraneamente, guidano la persona nel suo malessere fatto di sentimenti secondari, generati dal sitema e tesi non ad evolvere ma a ripetere.

Le costellazioni individuali costituiscono uno strumento di aiuto provvisorio non trascurabile, ma occorre riconoscere che il campo che si mostra in essi è piuttosto limitato e deformato proprio perchè chi è irretito ha una percezione distorta della natura dei legami inconsci con destini di chi viene prima, Genitori e Antenati soprattutto. L’esperienza mostra che le costellazioni individuali si prestano facilmente alla manipolazione involontaria e inconsapevole del “campo” sia da parte del costellante che del costellatore: quest’ultimo si trova a violare ripetutamente gli Ordini dell’Aiuto se non ha attraversato la “purificazione” dell’intento che non si impara dalla lettura di un libro, ma dalla lunga esposizione alla fonte del lavoro costellativo, cioè Bert Hellinger in persona.

Pupazzi

Una costellazione non è una psicoterapia, non si basa su informazioni esplicite che vengono dal campo della mente, bensì su risonanze che obbediscono ad una logica nient’affatto lineare. Sicchè la cosa più produttiva e trasformante è che il costellante, appena può, faccia l’esperienza fenomenologica di un campo in cui dei rappresentanti in carne ed ossa rendono manifesto ciò che non sanno del Cliente e della sua Famiglia attraverso i Movimenti dell’Anima e dello Spirito che essi percepiscono e assecondano mostrandoli.

 

La conduttrice

lIo foto

Anto Alba D’Angicco

laureata in Lettere classiche e in Psicologia clinica, ha lavorato nel campo dell’ insegnamento, del disagio scolastico e dell’aggiornamento di docenti in Italia e in Canada.

Come psicoterapeuta e facilitatrice nelle relazioni di aiuto si è specializzata in Ipnosi clinica ericksoniana e Terapia in Ipnosi regressiva di B. Weiss, e supporta il suo lavoro con una formazione permanente in PsicotraumatologiaDMOKADreamwork anche su base sciamanica,iDermoriflessologia, tecniche varie di Self-helpTerapia della riconciliazione di J.Prekop, ed esperienze di percezione/guarigione dello Yoga del silenzio, la conoscenza e l’Applicazione delle 5 Leggi Biologiche di Hamer, formazione in Tecniche di Sciamanesimo e di curanderia sciamanica .

La sua esperienza fondante è e rimane quella dalle Costellazioni Familiari insegnate direttamente da Bert e Sophie Hellinger e collaboratori scelti presso la Hellingerlebenschule®Italia, senza tralasciare gli sviluppi pratici e teorici del metodo  ad opera di altri costellatori di fama internazionale tra i quali Ron Young, fondatore di Healing Wisdom, Costellazioni della Guarigione (The Healing Constellation, the Big Field and the Deep Field Constellations).

Il suo percorso da vari anni si è aperto alla Psicogenealogia che fa capo a Jodorowski e alla Schützenberger, che confluisce nella Bio-Psicogenealogia degli allievi più brillanti di C. Sabbah il quale, col Décodage biologique, estende al Clan transgenerazionale il modello di conflitto biologico individuale individuato dagli studi di Hamer .

Nei vari seminari esperienziali la conduttrice propone un confluire fecondo di varie psicogenealogie che si radicano nella conoscenza delle dinamiche sistemiche e del funzionamento degli Archetipi primari diel nostro Bertoli e della Psicanalisi transgenerazionale francese.

Hellingerschule

Mario Filomarino

Formazione triennale in Costellazioni Familiari –“Movimenti dello Spirito”- Hellinger®Sciencia  – Hellingerschule,Bolzano – Roma – Pichl (Austria) 2008-2011,  con Diploma di Costellatore di Base familiare e sistemico, 2008-2011 della Hellinger®lebenSchule, seminari intensivi  di Costellazioni della Guarigione (The Healing Constellation, the Big Field and the Deep Field Constellations), con  Healing Wisdom – Ron Young, Seminari sulla Terapia dell’abbraccio, la Riconciliazione e la Nuova Nascita con Jirina Prekop, Corsi di studi esoterici, Fondazione Damanhur,  Formato in Tecniche di Sciamanesimo e di curanderia sciamanica, ricercatore spirituale e tarologo.

Questo messaggio è inviato in osservanza della legge 196/03 sulla privacy. Il tuo indirizzo sarà utilizzato esclusivamente per inviarvi le nostre informazioni e non sarà comunicato o diffuso a terzi. Nel caso abbiamo disturbato la tua privacy, e non vuoi più ricevere questo tipo di notizie

{unsubscribe}Cancellati{/unsubscribe}

 

Dove siamo

dovesiamo

Contatti

info@ondesincroniche.it

0187 670602

392 23 30 331

Newsletter

Leggi l'informativa